Una visione di una nuova America: non ti piacerà

Autore ospite:  Quanto segue è stato ricevuto in una e-mail anonima. Alcune ricerche sui motori di ricerca hanno trovato parti dell'e-mail su Il crollo economico e rense.com. L'e-mail è qui riprodotta integralmente. L'unica modifica è stata quella di aggiungere titoli di sezione e cambiare il carattere tipografico.

I CAMBIAMENTI STANNO ARRIVANDO

Se questi cambiamenti sono buoni o cattivi dipende in parte da come ci adattiamo ad essi. Ma, pronti o no, eccoli che arrivano.

1. L'ufficio postale. Preparati a immaginare un mondo senza l'ufficio postale. Sono così profondamente in difficoltà finanziarie che probabilmente non c'è modo di sostenerle a lungo termine. Email, Fed Ex e UPS hanno quasi cancellato le entrate minime necessarie per mantenere in vita l'ufficio postale. La maggior parte della tua posta quotidiana è posta indesiderata e fatture.

2. Il controllo. La Gran Bretagna sta già gettando le basi per eliminare gli assegni entro il 2018. L'elaborazione degli assegni costa al sistema finanziario miliardi di dollari l'anno. Le carte di plastica e le transazioni online porteranno all'eventuale scomparsa dell'assegno. Questo gioca proprio nella morte dell'ufficio postale. Se non hai mai pagato le bollette per posta e non le hai mai ricevute per posta, l'ufficio postale fallirebbe assolutamente.

3. Il giornale. La generazione più giovane semplicemente non legge il giornale. Certamente non si abbonano a un'edizione cartacea consegnata quotidianamente. Potrebbe andare come fanno il lattaio e il lavandaio. Per quanto riguarda la lettura del giornale online, preparati a pagarlo. L'aumento dei dispositivi Internet mobili e degli e-reader ha portato tutti gli editori di giornali e riviste a formare un'alleanza. Hanno incontrato Apple, Amazon e le principali compagnie di telefonia cellulare per sviluppare un modello per i servizi di abbonamento a pagamento.

4. Il libro.Dici che non rinuncerai mai al libro fisico che tieni in mano e girerai le pagine letterali. Ho detto la stessa cosa sul download di musica da iTunes. Volevo il mio CD cartaceo. Ma ho subito cambiato idea quando ho scoperto che potevo acquistare album a metà prezzo senza mai uscire di casa per ascoltare la musica più recente. La stessa cosa accadrà con i libri. Puoi sfogliare una libreria online e persino leggere un capitolo in anteprima prima di acquistare. E il prezzo è meno della metà di quello di un libro vero. E pensa alla comodità! Una volta che inizi a scorrere le dita sullo schermo anziché sul libro, scopri di esserti perso nella storia, non vedi l'ora di vedere cosa succede dopo e ti dimentichi di tenere in mano un gadget invece di un libro.

5. Il telefono fisso. A meno che tu non abbia una famiglia numerosa e fai molte chiamate locali, non ne hai più bisogno. La maggior parte delle persone lo tiene semplicemente perché lo ha sempre avuto. Ma stai pagando il doppio per quel servizio extra. Tutte le compagnie di telefonia mobile ti permetteranno di chiamare i clienti utilizzando lo stesso gestore di telefonia mobile senza alcun addebito per i tuoi minuti.

6. Musica.Questa è una delle parti più tristi della storia del cambiamento. L'industria musicale sta morendo lentamente. Non solo a causa del download illegale. È la mancanza di nuova musica innovativa che abbia la possibilità di raggiungere le persone che vorrebbero ascoltarla. L'avidità e la corruzione sono il problema. Le etichette discografiche ei conglomerati radiofonici si stanno semplicemente autodistruggendo. Oltre il 40% della musica acquistata oggi è "articoli di catalogo", ovvero musica tradizionale con cui il pubblico ha familiarità. Artisti già affermati. Questo vale anche nel circuito dei concerti dal vivo. Per esplorare ulteriormente questo argomento affascinante e inquietante, dai un'occhiata al libro "Appetite for Self-Destruction" di Steve Knopper e al documentario video "Before the Music Dies".

7. Televisione.I ricavi per le reti sono diminuiti drasticamente. Non solo a causa dell'economia. Le persone guardano la TV e i film in streaming dai loro computer. E stanno giocando e facendo molte altre cose che occupano il tempo che prima si passava a guardare la TV. Gli spettacoli in prima serata sono degenerati al di sotto del minimo comun denominatore. Le tariffe dei cavi sono alle stelle e gli spot pubblicitari passano circa ogni 4 minuti e 30 secondi. Dico buona liberazione alla maggior parte di esso. È tempo che le società via cavo si mettano fuori dalla nostra miseria. Lascia che le persone scelgano cosa guardare online e tramite Netflix.

8. Le "cose" che possiedi. Molti degli stessi beni che possedevamo sono ancora nelle nostre vite, ma potremmo non possederli effettivamente in futuro. Possono semplicemente risiedere nella "nuvola". Oggi il tuo computer ha un disco rigido e memorizzi le tue immagini, musica, film e documenti. Il tuo software è su un CD o DVD e puoi sempre reinstallarlo se necessario. Ma tutto questo sta cambiando. Apple, Microsoft e Google stanno tutti completando i loro ultimi "servizi cloud". Ciò significa che quando accendi un computer, Internet sarà integrato nel sistema operativo. Quindi, Windows, Google e Mac OS saranno collegati direttamente a Internet. Se fai clic su un'icona, si aprirà qualcosa nel cloud Internet. Se salvi qualcosa, verrà salvato nel cloud. E puoi pagare una quota di abbonamento mensile al provider cloud.
In questo mondo virtuale, puoi accedere alla tua musica o ai tuoi libri, o qualsiasi altra cosa da qualsiasi laptop o dispositivo palmare. Questa è la buona notizia. Ma, possiedi davvero qualcosa di questa "roba" o sarà tutto in grado di scomparire in qualsiasi momento in un grande "Puff?" La maggior parte delle cose nella nostra vita saranno usa e getta e stravaganti? Ti viene voglia di correre nell'armadio e tirare fuori quell'album di foto, prendere un libro dallo scaffale o aprire una custodia per CD ed estrarre l'inserto.

9. Privacy. Se mai esistesse un concetto a cui possiamo guardare indietro con nostalgia, sarebbe quello della privacy. Non c'è più. Comunque è andato via per molto tempo. Ci sono telecamere per strada, nella maggior parte degli edifici e persino integrate nel computer e nel telefono cellulare. Ma puoi essere sicuro che 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX, "Loro" sanno chi sei e dove sei, fino alle coordinate GPS e Google Street View. Se acquisti qualcosa, la tua abitudine viene inserita in un'infinità di profili e i tuoi annunci cambieranno per riflettere quelle abitudini. E "Loro" cercheranno di convincerti a comprare qualcos'altro. Ancora e ancora. Tutto quello che avremo che non può essere cambiato sono i ricordi.

Diciannove fatti sulla deindustrializzazione dell'America che ti lasceranno a bocca aperta

Gli Stati Uniti stanno rapidamente diventando la prima nazione "post-industriale" al mondo. Tutti i grandi imperi economici alla fine diventano grassi e pigri e sperperano la grande ricchezza che i loro antenati hanno lasciato loro, ma il ritmo con cui l'America sta realizzando questo è assolutamente sorprendente. Era l'America che era in prima linea nella rivoluzione industriale. È stata l'America a mostrare al mondo come produrre in serie qualsiasi cosa, dalle automobili ai televisori agli aeroplani. È stata la grande base manifatturiera americana che ha schiacciato la Germania e il Giappone nella seconda guerra mondiale.

Ma ora stiamo assistendo alla deindustrializzazione dell'America. Decine di migliaia di fabbriche hanno lasciato gli Stati Uniti solo nell'ultimo decennio. Milioni e milioni di posti di lavoro nel settore manifatturiero sono stati persi nello stesso periodo di tempo. Gli Stati Uniti sono diventati una nazione che consuma tutto ciò che vede e tuttavia produce sempre meno. Sapete qual è la nostra più grande esportazione oggi? Sprecare carta. Sì, la spazzatura è la cosa numero uno che spediamo al resto del mondo mentre spendiamo voracemente i nostri soldi su qualunque cosa il resto del mondo voglia venderci. Gli Stati Uniti sono diventati gonfi e viziati e la nostra economia ora è solo l'ombra di ciò che era una volta.

C'era una volta l'America poteva letteralmente fuori produrre il resto del mondo combinato. Oggi non è più vero, ma gli americani consumano sicuramente più di chiunque altro al mondo. Se la deindustrializzazione dell'America continua a questo ritmo attuale, quale possibile futuro lasceremo ai nostri figli? Qualsiasi grande nazione nel corso della storia è stata bravissima a creare cose. Quindi, se gli Stati Uniti continuano a consentire alla loro base manifatturiera di erodere a un ritmo impressionante, come possono gli Stati Uniti continuare a considerarsi una grande nazione nel mondo? Abbiamo creato la più grande bolla del debito nella storia del mondo nel tentativo di mantenere uno standard di vita molto elevato, ma lo stato attuale delle cose non è neanche lontanamente sostenibile. Ogni mese l'America si indebita di più e ogni mese l'America diventa più povera. Quindi cosa succede quando scoppia la bolla del debito?

La deindustrializzazione degli Stati Uniti dovrebbe essere una delle principali preoccupazioni di ogni uomo, donna e bambino del paese. Ma purtroppo, la maggior parte degli americani non ha idea di cosa stia succedendo intorno a loro. Per persone del genere, prendi questo articolo, stampalo e daglielo. Forse quello che leggeranno di seguito li sconvolgerà abbastanza da svegliarli dal loro sonno.

Ecco 19 fatti sorprendenti sulla deindustrializzazione dell'America:

1. Gli Stati Uniti hanno perso circa 42,400 fabbriche dal 2001. Circa il 75% di queste fabbriche impiegava oltre 500 persone quando erano ancora in funzione.

2. Dell Inc., uno dei maggiori produttori di computer americani, ha annunciato l'intenzione di espandere drasticamente le proprie attività in Cina con un investimento di oltre 100 miliardi di dollari nel prossimo decennio.

3. Dell ha annunciato che a novembre chiuderà il suo ultimo grande stabilimento di produzione statunitense a Winston-Salem, nella Carolina del Nord. Si perderanno circa 900 posti di lavoro.

4. Nel 2008, nel mondo sono stati venduti 1.2 miliardi di telefoni cellulari. Quindi quanti di loro sono stati prodotti negli Stati Uniti? Zero.

5. Secondo un nuovo studio condotto dall'Economic Policy Institute, se il deficit commerciale degli Stati Uniti con la Cina continua ad aumentare al ritmo attuale, l'economia statunitense perderà oltre mezzo milione di posti di lavoro solo quest'anno.

6. Alla fine di luglio, il deficit commerciale degli Stati Uniti con la Cina era aumentato del 18% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

7. Gli Stati Uniti hanno perso un totale di circa 5.5 milioni di posti di lavoro nell'industria dall'ottobre 2000.

8. Secondo Tax Notes, tra il 1999 e il 2008 l'occupazione presso le consociate estere delle società madri statunitensi è aumentata di un sorprendente 30% a 10.1 milioni. Nello stesso identico periodo di tempo, l'occupazione negli Stati Uniti presso le multinazionali americane è diminuita dell'8% a 21.1 milioni.

9. Nel 1959, l'industria manifatturiera rappresentava il 28 percento della produzione economica degli Stati Uniti. Nel 2008 rappresentava l'11.5%.

10. La Ford Motor Company ha recentemente annunciato la chiusura di una fabbrica che produce il Ford Ranger a St. Paul, Minnesota. Circa 750 posti di lavoro di classe media ben pagati andranno persi perché la produzione di Ford Rangers in Minnesota non si adatta alla nuova strategia di produzione "globale" di Ford.

11. Alla fine del 2009, meno di 12 milioni di americani lavoravano nel settore manifatturiero. L'ultima volta che meno di 12 milioni di americani sono stati impiegati nella produzione è stato nel 1941.

12. Oggi negli Stati Uniti il ​​consumo rappresenta il 70% del PIL. Di questo 70 per cento, più della metà viene spesa per i servizi.

13. Gli Stati Uniti hanno perso un enorme 32% dei loro posti di lavoro nel settore manifatturiero dall'anno 2000.

14. Nel 2001, gli Stati Uniti erano al quarto posto nel mondo per uso pro capite di Internet a banda larga. Oggi è 15°.

15. L'occupazione manifatturiera nell'industria informatica statunitense è in realtà inferiore nel 2010 rispetto al 1975.

16. I circuiti stampati sono utilizzati in decine di migliaia di prodotti diversi. L'Asia ora ne produce l'84% in tutto il mondo.

17. Gli Stati Uniti spendono circa $ 3.90 in beni cinesi per ogni $ 1 che i cinesi spendono in beni statunitensi.

18. Un eminente economista prevede che l'economia cinese sarà tre volte più grande dell'economia statunitense entro il 2040.

19. L'US Census Bureau afferma che 43.6 milioni di americani ora vivono in povertà e secondo loro questo è il numero più alto di americani poveri nei 51 anni in cui sono stati registrati i dati.

Quindi quante decine di migliaia di fabbriche in più dobbiamo perdere prima di fare qualcosa al riguardo? Quanti milioni di americani in più diventeranno disoccupati prima che tutti ammettiamo di avere un problema molto, molto serio tra le mani? Quanti altri miliardi di dollari lasceranno il paese prima che ci rendiamo conto che stiamo perdendo ricchezza a un ritmo che sta uccidendo la nostra economia? Quante un tempo grandi città manifatturiere diventeranno zone di guerra in putrefazione come Detroit prima di capire che stiamo commettendo un suicidio economico nazionale? La deindustrializzazione dell'America è una crisi nazionale. Ha bisogno di essere trattato come uno.

E per sottolineare quanto sopra: 11/9/10: Il più grande datore di lavoro privato a Saginaw, nel Michigan, sarà presto il governo della città di Pechino, poiché un'unità di General Motors di 104 anni sarà venduta a nuovi proprietari dalla Cina. L'acquisto da 450 milioni di dollari ha ricevuto poca attenzione quest'estate, ma si tratta di un affare fondamentale: è la prima volta che gli investitori cinesi acquistano un'operazione industriale statunitense di tale portata e storia. A quanto pare non vogliono più i T-Bond di Bernanke.

Disclaimer:  GHG gli editori non hanno verificato o verificato in modo indipendente i fatti e le cifre presentati in questo articolo. 

Azione supplementare:

6 risposte su "Una visione di una nuova America - Non ti piacerà"

  1. Da dove inizi ad affrontare la deindustrializzazione dell'America?

    Per reindustrializzare, diventare economicamente autosufficiente producendo cose come l'elettronica e altri beni di consumo, l'America dovrebbe uscire dalla globalizzazione e aprire i mercati per erigere tariffe di importazione e strategie di sostituzione delle importazioni per portare a casa la creazione di ricchezza e i posti di lavoro, perché il costo dell'America struttura è troppo alta per competere con l'Asia nella produzione di beni di consumo.

    Oppure, per competere, l'America dovrebbe ridurre radicalmente la sua struttura dei costi sgonfiando i valori degli immobili e di tutti gli altri prezzi statunitensi in modo che i lavoratori americani possano permettersi di lavorare a buon mercato e continuare a vivere in America. Ciò richiederebbe una riduzione radicale del valore nominale di tutto il debito insieme a una riduzione di 1:1 di tutti i dollari nel mondo che sono stati creati da quei debiti.

    Suppongo che ciò sarebbe realizzato da un crollo deflazionistico che spazzasse via tutto il debito e tutte le banche e tutto il denaro. Una sorta di approccio "pulito" da bancarotta di massa per sgonfiare la struttura dei costi. Tranne che una caduta libera deflazionistica non andrebbe bene e l'economia collasserebbe insieme al sistema finanziario. L'economia fornisce il nostro cibo e acqua e calore e luce e medicine e benzina e tutte le nostre altre necessità di vita. Se le merci smettessero di circolare anche solo per un mese ci sarebbero morti di massa e caos.

    E sarebbe impossibile recuperare tutti i dollari perché sono fuggiti dal sistema bancario e ora sono di proprietà di operatori dei mercati dei capitali; e le persone che ora hanno i soldi sono persone diverse da quelle che hanno i debiti.

    Per far crollare il debito senza lasciare tutti i soldi là fuori dove tornerebbe e comprerebbe la nazione a buon mercato, dovresti revocare la valuta e ricominciare con una nuova. Per cominciare a risolvere i problemi finanziari dell'America, deindustrializzazione a parte per un momento, questo probabilmente dovrà essere fatto comunque. Non è sicuro lasciare trilioni di dollari USA accumulati nelle mani di speculatori globalisti, non se si prevede di utilizzare gli stessi dollari in un'economia funzionale.

    Nel sistema monetario basato sul debito che usiamo, l'offerta di moneta e l'inflazione devono sempre aumentare o il sistema crolla a causa di debiti non pagabili. I debitori devono avere una fonte di reddito continuativa da guadagnare per ripagare i loro debiti, anche mentre i risparmiatori che hanno guadagnato i loro soldi dai debitori rimuovono quei soldi dall'economia per giocarli nei mercati dei capitali dove è inaccessibile alla maggior parte dei debitori delle famiglie. O questo o i mercati dei capitali (l'economia finanziaria, il casinò globale del denaro che scommette su valute e azioni e debito pubblico e immobili senza produrre nulla) devono essere aboliti e il denaro deve continuare a circolare nell'economia reale da un sistema di "banca ristretta" che presta davvero e veramente i risparmi dei depositanti agli investimenti aziendali e ai mutui a basso LTV. La legge sulla banca dovrebbe essere abrogata e il potere di emissione di denaro restituito al Congresso a cui appartiene costituzionalmente. Le banche diventerebbero intermediari finanziari tra risparmiatori e mutuatari, che è ciò che la maggior parte delle persone crede ingenuamente che siano ora le banche.

    Per ripristinare un settore manifatturiero a basso costo praticabile, i burocrati e le loro migliaia di norme naziste e di illusione verde sulla sicurezza, e tutte le tasse, le tasse e le multe associate che supportano l'eccessivo impiego nel settore pubblico, gli stipendi e le pensioni, dovrebbero essere eliminati. Si tratta di milioni di persone che non hanno alcuna formazione per fare altro che smistare scartoffie ed estorcere denaro alle imprese e ai contribuenti. In questo momento non fanno altro che aumentare la struttura dei costi dell'America, poiché il settore produttivo è costretto a sostenere questo settore parassitario molto grande e politicamente potente.

    Come si inizia a vendere questo piano all'elettorato quando gli interessi aziendali, che possiedono tutti i mass media e finanziano tutte le ONG verdi e gli allarmisti nazisti della sicurezza, sarebbero vittime delle nuove politiche? Questi interessi sono in grado di far credere alle persone nel "riscaldamento globale" nel bel mezzo di una bufera di neve. Possono far credere alla gente che c'è una "pandemia" influenzale quando nessuno muore per strada, nessuno è nemmeno malato, e in effetti la stagione influenzale è ancora più mite del normale. Hanno un controllo ipnotico sulle percezioni della realtà delle persone e per decenni hanno dimostrato il loro potere di far credere alla maggior parte delle persone nell'opposto della verità. A volte mi sento trasportato nei secoli bui, dove la ragione è abolita e l'ignoranza e la superstizione riempiono le menti di tutti di delusioni di massa. Come si comincia ad opporsi a questo tipo di potere?

    Come si pagano le importazioni di petrolio e altre risorse importate industrialmente necessarie mentre si sgonfia l'offerta di denaro per ridurre la struttura dei costi per ricostruire un settore manifatturiero di beni di consumo? E come gestisci i tuoi debiti esteri? Predefinito? Gonfiare i tuoi debiti stampando denaro è più politicamente possibile che sgonfiare i tuoi soldi e non pagare i tuoi debiti esteri.

    L'industria meccanizzata può produrre tutti i beni che la nazione può consumare ed esportare con molto meno della piena occupazione nell'economia produttiva. Cosa fai con il resto della popolazione che non è necessaria nella produzione? Finora il governo li ha assunti nella rete in continua espansione di burocrazia e regolamentazione fastidiosa, e le industrie dei servizi come la finanza li hanno assunti per "innovare", e questo sta soffocando a morte l'economia reale. Le persone hanno un bisogno psicologico di fare un lavoro utile, motivo per cui il settore dei parassiti si convince che stanno "aiutando".

    La disoccupazione di massa è psicologicamente deprimente. Come si crea un "fare lavoro" che non interferisca con il vero lavoro che deve essere svolto? E questo fa credere alle persone di "contribuire"?

    Non intendo tutto questo come un lamento. È complicato, ma questi sono tutti problemi che devono essere affrontati. Penso che se è all'interno della capacità umana di identificare i nostri problemi, è all'interno della nostra capacità di capire come risolverli.

  2. Mentre la maggior parte delle opzioni descritte da Derryl sono difficili da implementare e hanno lati negativi inaccettabili, una via d'uscita è l'abbassamento dei salari. Continua a stupire molti di noi al di fuori degli Stati Uniti, che oltre 15 milioni di americani siano disoccupati mentre la maggior parte degli altri continua a godersi i vecchi livelli salariali dei bei vecchi tempi. Questo chiaramente dovrebbe essere uno stato di cose inaccettabile. Il paese deve lasciarsi alle spalle le nozioni antiquate di "libera impresa" senza restrizioni poiché il mondo aziendale ha perso tale diritto alla libertà quando ha gravemente deluso il paese. È giunto il momento per il governo di svolgere un ruolo più proattivo nella reindustrializzazione e nella creazione di posti di lavoro. Le imprese devono essere spinte a creare più posti di lavoro – meglio ancora, offrire loro incentivi fiscali su una maggiore densità di occupazione.

    Nuovi problemi non possono essere risolti utilizzando vecchie soluzioni e prima l'amministrazione se ne renderà conto, meglio sarà per l'America e per il resto del mondo.

  3. Sunil, potresti aver colto nel segno: il problema in America è che NON ha una "libera impresa" illimitata. La libera impresa pagherebbe solo il salario che vuole – ma il governo ha un salario minimo, stabilisce standard normativi per il funzionamento, letteralmente responsabilità limitata – e tassa la merda delle operazioni statunitensi.

    Il fabbricante di un prodotto fabbricato al di fuori degli USA e importato negli USA pagherà il salario normale al momento della produzione, avrà meno regolamentazione (e non sopporterà i costi per conformarsi a tale regolamento), avrà letteralmente zero responsabilità (come non c'è nessuno a cui fare causa negli Stati Uniti) e non pagheranno mai le tasse (poiché i paesi esportatori generalmente rimborsano ai produttori tutte le tasse pagate nella produzione del prodotto).

    In particolare negli USA – se si riduce il costo del lavoro – si devono ancora affrontare i grandi costi di responsabilità, regolamentazione e tasse. Il costo del lavoro viene ridotto dall'automazione che mette ancora più persone senza lavoro.

    Ci deve essere una revisione da parte del governo delle sue leggi e dei suoi regolamenti. i prodotti esteri e statunitensi dovrebbero essere tassati nel punto di vendita finale e non nella catena di produzione. Le leggi sui salari minimi devono andare. Devono esserci limiti di responsabilità e, per i prodotti fabbricati al di fuori degli Stati Uniti, devono fornire una prova di assicurazione di responsabilità per i prodotti venduti (o fornire un'obbligazione in sostituzione).

    Credo che l'equalizzazione dei salari al resto del mondo sia un processo necessario, ma sfortunatamente non inciderà molto sulla disoccupazione.

  4. Ciao Derryl –
    Ci sono molti problemi, nessuna sorpresa, ma le soluzioni si presenteranno non appena le pareti imbottite della nostra economia verranno sfondate. Non permetterti di pensare come vorrebbero i liberali ortodossi; pensa come se non ci fossero soldi e le soluzioni si presentano. Abbiamo evitato tutte le soluzioni di buon senso, in cui le persone devono effettivamente usare il cervello e agire in modo intelligente.

    Ad esempio, i nostri leader si comportano come se il fallimento fosse un destino peggiore della morte. Non c'è modo. L'America ha un intero sistema per affrontare la bancarotta. La maggior parte delle persone non vedrebbe accadere nulla di diverso, rispetto ai "salvataggi" del governo con enormi soldi presi in prestito dal governo. Quando i soldi finiranno, le persone e le istituzioni faranno ciò che è necessario.

    In questo momento, la più grande fonte di energia potenziale non realizzata in America è riallineare la popolazione in modo che gli affari piacciano davvero e incoraggiarli. È cambiare le scuole da centri di indottrinamento del governo a luoghi che insegnano effettivamente i contenuti invece del pensiero creativo.

    Potrei dire di più, ma dirò che ho adorato questo articolo e apprezzo i pensieri che provengono da questo sito.

I commenti sono chiusi.