Agosto 2011 Contratti di credito al consumo a causa di prestiti agli studenti

Secondo la Federal Reserve, agosto 2011 credito al consumo diminuita ad un tasso annuo del 4.5% (dopo essere cresciuto al 6% a luglio). Credito rotativo diminuita ad un tasso annuo del 3.5%, mentre il credito non rotativo diminuita ad un tasso annuo del 5.25%.

Econintersect dedica del tempo a questa serie di dati generalmente ignorata poiché gli Stati Uniti sono un'economia guidata dai consumatori. Un fenomeno della Nuova Normalità è il passaggio dei consumatori da una società del credito a una società del denaro, un cambiamento quantico che ha cambiato la quantità di consumo. L'osservazione del credito al consumo fornisce la conferma che questo cambiamento di New Normal continua.

Vista Econintersect dei dati:  

Tasso di crescita anno su anno Variazione del tasso di crescita rispetto al mese precedente Trend
Credito totale 2.1% di -0.2% un mese meno buono
Credito rotativo -2.8% 0.6% di anni di trendline meno negativi
Credito non rotativo 4.6% di -0.5% un mese meno buono

Se i prestiti agli studenti vengono ritirati, il credito al consumo cresce leggermente a un tasso annuo dello 0.7%.

Econintersect rinuncia ai prestiti agli studenti poiché attualmente stanno consumando una parte insolita e eccessiva dei prestiti al consumo negli Stati Uniti.

Un buon articolo di sfondo è stato scritto da Frederick Sheehan.

La Federal Reserve riporta il credito diviso tra revolving e non revolving. La maggior parte del credito revolving proviene da carte di credito, mentre il credito non revolving include prestiti automobilistici, prestiti studenteschi e tutti gli altri prestiti non inclusi nel credito revolving, come prestiti per case mobili, istruzione, barche, rimorchi o vacanze.

C'è stata una pausa nell'espansione del credito al consumo ad agosto? Sono i prestiti agli studenti che distorcono l'analisi in quanto sono cresciuti SOLO del 55% anno su anno questo mese, in calo rispetto a una crescita annuale del 70% il mese scorso. I prestiti agli studenti questo mese sono stati oltre il 14% del credito totale e hanno rappresentato la metà della crescita del credito al consumo. In alcuni mesi precedenti, è stata letteralmente l'intera crescita del credito al consumo.

In breve, l'anomalia statistica di questo mese è stata che i prestiti agli studenti hanno causato i numeri negativi della Federal Reserve. Il credito al consumo (senza prestiti agli studenti) si sta espandendo molto lentamente e coerentemente con il modello della Nuova Normalità di Econintersect.

Articoli Correlati

Tutti i messaggi di credito al consumo

2 risposte su “Contratti di credito al consumo per prestiti agli studenti agosto 2011”

  1. Primo, Steven, questa è l'unica discussione seria sugli effetti dei prestiti agli studenti sui numeri di questo mese che abbiamo visto e abbiamo guardato. Molto bene.

    In secondo luogo, c'è un altro set di dati che potresti voler incorporare in questi grafici, vale a dire l'uso di carte di debito rispetto alle carte di credito.

    È vero, questo è ostacolato (sp?) dai problemi di swipe fee, ma l'enorme aumento dell'uso di carte di debito e/o contanti per pagare beni e servizi di consumo è direttamente collegato alla misurazione del deleveraging da parte di alcuni o della maggior parte dei noi

    Tuttavia, SE a un aumento dell'uso delle "carte di credito" corrisponde una diminuzione dell'uso delle "carte di debito", allora potrebbero non ESSERE realmente un aumento del "credito", ma solo un cambiamento nel modo in cui stiamo pagando " roba”, dalla Cina, a Walmart, questo mese.

    Come te, abbiamo osservato il calo dei saldi delle carte di credito, per tentare di vedere se ciò è stato causato da un calo di utilizzo, OPPURE è stato causato da cancellazioni e cancellazioni della carta. Anche noi abbiamo assistito all'enorme passaggio all'uso delle carte di debito.

    Quello che molti degli Stati Uniti hanno capito è che l'utilizzo di addebito o contanti ha eliminato tutte le commissioni di "ritardo" e "scoperto". Dato che i Big Bad Bankster guadagnano più soldi con quelle commissioni che con gli interessi che addebitano, forse NOI siamo la vera causa di tutti i loro problemi finanziari :)

    Abbiamo "cancellato" le loro commissioni; e ora l'impero del male sta tornando indietro.

  2. sì, i dati della carta di debito sarebbero davvero interessanti da analizzare in tempo reale. come sai, le carte di debito non sono credito ma sono essenzialmente assegni elettronici – e quindi non compaiono nel database del credito della Fed.

    ho fatto una rapida ricerca e non ho trovato dati in tempo reale sull'uso della carta di debito - e senza dati in tempo reale, l'analisi è impossibile. Trovo che gli addebiti sulla carta di debito siano particolarmente negativi quando la banca beneficia già della commissione di transazione del commerciante. questo è un ulteriore stupro dei consumatori diretto alla metà più povera della popolazione che domina l'uso delle carte di debito.

    inoltre, i sistemi di transazione (plus, cirrus, interlink, ecc.) sono monopoli in quanto commercianti o consumatori non hanno scelta per le loro commissioni.

    a questo punto, con i federali e la chiara propensione del governo verso le grandi banche, solo la sostituzione di tutti i funzionari eletti porterà un cambiamento.

I commenti sono chiusi.