L'ECRI definisce la recessione una certezza: le nostre previsioni di ottobre 2011 non sono ancora recessive

Si prevede che l'economia sarà debole nell'ottobre 2011, ma in prospettiva dovrebbe essere più o meno simile all'economia di settembre.

Sebbene esistano rischi di recessione ed Econintersect ha evidenziato diversi punti dati (importazioni e mercati azionari) che sono recessivi, la preponderanza dei dati previsionali è debole ma non recessiva.

Nel complesso, l'Econintersect Econintersect Economic Index ha una media mobile a 3 mesi meno buona vicino alla contrazione, ma gli ultimi 2 mesi hanno mostrato dati in lieve miglioramento. Va inoltre sottolineato che l'ECRI, un servizio comprovato di previsione del ciclo economico, ha definito una recessione. In una dichiarazione ai loro clienti all'inizio della scorsa settimana, hanno dichiarato:

…… che l'economia statunitense sta davvero precipitando in una nuova recessione. E non c'è niente che i politici possano fare per evitarlo.

La metodologia di Econintersect vede solo un mese avanti, mentre l'ECRI afferma che i loro indicatori guardano almeno 6 mesi avanti. L'ECRI sostiene che una recessione è cosa fatta (ed Econintersect crede nella loro metodologia). Tuttavia, i nostri indicatori non sono ancora entrati in territorio di recessione.

I principali punti di dati coincidenti (tutti almeno due mesi più vecchi di questo periodo di previsione) rimangono in media debolmente in territorio di espansione. Le linee di tendenza di questi dati sono generalmente piatte o in diminuzione. Econintersect utilizza le linee di tendenza dei dati coincidenti per convalidare il proprio modello economico.


Onestamente, temiamo che l'economia New Normal abbia dinamiche diverse rispetto a qualsiasi modello economico.


Testando indietro il suo modello, Econintersect ha determinato che il suo indice non forniva una previsione adeguata a 30 giorni. D'altra parte, quello che è stato etichettato e pubblicato come il segmento dei trasporti dell'Econintersect Economic Index (EEI) ha fornito una prospettiva in tempo reale abbastanza accurata.  L'ex segmento dei trasporti è ora l'Econintersect Economic Index. Si prega di consultare la fine di questo post per una discussione sul "nuovo" EEI.

Resta da chiedersi se l'economia USA stia entrando in recessione.

L'attuale ciclo di debolezza economica è apparso l'anno scorso nello stesso periodo e potrebbe essere un effetto stagionale New Normal. L'anno scorso Econintersect ha reagito a questi dati scarsi e alle linee di tendenza in rapido degrado definendo un "controllo della recessione" - solo per avere i dati per migliorare. Quest'anno, la contrazione sembra più grave nell'EEI, ma ci sono due mesi di dati in miglioramento (sebbene la media di rimozione di 3 mesi continui a essere meno buona). L'altro fattore da notare è che l'EEI sembrava molto peggio lo scorso anno in tempo reale perché conteneva dati che da allora sono stati migliorati dalla revisione a ritroso. Il "vecchio" EEI in realtà è andato negativo per tre mesi in tempo reale, ma dopo le revisioni di quest'anno è rimasto in territorio positivo.

Lo stato economico è attualmente vicino al territorio di contrazione. È debole. E qualsiasi calcio economico nello stomaco potrebbe tradursi in una vera contrazione. Econintersect avverte che la maggior parte degli elementi dell'economia NON è tornata ai livelli precedenti alla recessione del 2007. Se questo fosse prima della seconda guerra mondiale, gli economisti considererebbero l'attuale stato economico degli Stati Uniti come una depressione.

Dati di previsione economica

L'Economic Index (EEI) di Econintersect è progettato per individuare Main Street e i punti di svolta dell'economia aziendale. Abbiamo iniziato ad avvertire ad aprile di un rallentamento economico. In questa previsione di ottobre, continuiamo a consigliare che un'espansione del ciclo economico POTREBBE iniziare. Ci vorranno diversi mesi di dati per confermare SE questo è un punto di svolta.

Questa previsione si basa sull'indice economico non monetario di Econintersect che conta "cose" che hanno dimostrato di essere indicative della direzione dell'economia 30 giorni nel futuro. Nota che l'Econintersect Economic Index non è costruito per imitare il PIL (sebbene ci siano correlazioni generali), ma cerca di modellare l'economia vista dalle imprese e da Main Street.

L'EEI non è un indice a base monetaria. Non ha bisogno di adeguare i dati per l'inflazione.

Pur continuando ad espandersi in alcune aree, l'economia si sta contraendo in altre aree. Laddove si verifica una contrazione, non è grave in nessuno dei nostri punti del polso. E qualsiasi espansione allo stesso modo è mediocre nella migliore delle ipotesi.

La linea rossa sull'EEI è la media mobile a 3 mesi che è a 05, mentre l'indice mensile è a 0.20. Una lettura di 0.20 non è buona.

Occorrono diversi mesi (o trimestri) di dati negativi prima che venga determinata una recessione. Si noti che questo indice non misura la gravità della contrazione, ma solo che si sta verificando una contrazione attraverso i punti ponderati del polso.

La crescita dei posti di lavoro, sebbene non buona, non è neanche recessiva

Il comitato per la datazione della recessione del NBER ha utilizzato i libri paga non agricoli come indicatore per la recessione del 2007.

Dalla nostra ultima previsione, il rapporto sull'occupazione BLS di agosto 2011 ha mostrato una crescita zero, un indicatore di recessione. Tuttavia, il rapporto sui lavori BLS storicamente è impreciso in tempo reale e non è accurato fino a diversi mesi dopo il rilascio iniziale dei dati. Inoltre, i dati sull'occupazione ADP hanno mostrato un quadro occupazionale ancora meno buono (ma positivo).

L'Employment Index di Econintersect si basa su elementi economici che creano posti di lavoro. Indice dei lavori di Ecointersect (spiegazione qui) era al minimo del ciclo a giugno. L'indice dei posti di lavoro misura le dinamiche storiche che portano alla creazione di posti di lavoro, ma non è preciso in quanto molti fattori influenzano l'esatta tempistica delle assunzioni. Questo indice dovrebbe essere pensato come una misurazione delle pressioni sulla creazione di posti di lavoro.

A questo punto, la crescita dei posti di lavoro su base annua è ben al di sopra dell'indice di Econintersect. Per luglio 2011, Econintersect ha previsto una crescita dell'occupazione privata non agricola a 135,000, mentre il numero effettivo è stato di 154,000. Nell'agosto 2011, l'indice prevedeva una crescita dell'occupazione di 145,000, e il numero effettivo era di 17,000. L'indice prevede una crescita dei posti di lavoro privati ​​non agricoli sia a settembre che a ottobre 2011 a 145,000.

Come puoi vedere dalla linea rossa nel grafico sopra, Econintersect prevede un peggioramento della crescita dei posti di lavoro per i prossimi sei mesi.

Ridocumentato l'indicatore economico Econintersect© (EEI)

L'EEI è stato originariamente documentato nel Previsioni ottobre 2010. Poiché si tratta di un EEI "rivisto", questa sezione ridocumenta questo indice. In un senso meccanico del cambiamento, Econintersect ha rimosso la parte dell'indice che avrebbe dovuto "tacere" o rimuovere il rumore. Questa parte eliminata dell'indice è stata oggetto di una significativa revisione a ritroso dalle fonti di dati (limitandone l'efficacia in tempo reale) e in esecuzione non consentiva all'indice di "guidare".

Considera che la maggior parte degli indicatori economici (dati) subisce revisioni a ritroso e, sebbene alla fine siano corretti, non sono corretti quando vengono pubblicati per la prima volta. L'EEI è quasi interamente composto da punti dati fissi e soggetto a poche revisioni a ritroso.

Non ci sono modifiche agli elementi o alla metodologia dell'indice rimanente che si è comportato come pubblicizzato. È stata questa nuova EEI che ha permesso a Econintersect di dichiarare un punto di svolta del ciclo nell'aprile 2011.

L'EEI è costruito utilizzando principalmente punti di impulso non monetari al di sotto delle vendite al dettaglio / entrate personali. Inoltre, la sua metodologia gestisce la stagionalità considerando il tasso di variazione dei dati anno su anno.

L'indice mensile EEI è diventato negativo a partire da novembre 2007, ma la media mobile a tre mesi è diventata negativa ad aprile 2008 (rispetto a NBER dicembre 2007). Questo non è sorprendente in quanto si tratta di un indice di Main Street, non progettato per imitare il PIL. Una delle principali differenze tra PIL e EEI sono i punti di svolta. Quindi non dovrebbe sorprendere che l'EEI non abbia visto la contrazione della Grande Recessione terminare su Main Street fino ad aprile 2010 (rispetto al NBER di giugno 2009).

I dati per diversi elementi dell'EEI non erano disponibili prima del 2000. È composto da 4 gruppi di dati che sono ponderati. Questo è progettato per essere un indice New Normal e ogni elemento ha un'alta correlazione storica con i principali punti di svolta economici.

  • la spesa pubblica
  • produzione industriale
  • trasporti (misure della domanda dei consumatori e delle imprese)
  • esportazione/importazione (misure della domanda dei consumatori e delle imprese, nonché una misura della domanda globale)

Nota che questo indice non cerca di quantificare i punti di forza delle espansioni o delle contrazioni, ma solo che si sta verificando una contrazione attraverso i punti ponderati del polso. È un indice relativo al mese precedente – ponderando e contando gli elementi che sono migliori o peggiori.

Nel caso in cui Econintersect ritenga che la possibilità di una recessione sia altamente possibile, verrà emesso un orologio di recessione. Se tale tendenza è continuata, l'orologio verrà sostituito da un avviso. Se la contrazione diventa endemica, verrà chiamata una recessione.

La metodologia di Econintersect è stata presa in prestito dal sistema di allerta utilizzato dall'US Weather Bureau:

Guarda: una recessione è possibile.

Avvertenza: è probabile una recessione.

Recessione: è iniziata una recessione.

Previsioni EEI passate

Una risposta su "L'ECRI chiama la recessione una certezza: le nostre previsioni per ottobre 2011 non sono ancora recessive"

  1. Ottimo articolo. Questo articolo è interessante in quanto spiega a che punto siamo in termini di recessione e dove "potremmo" andare. Mette una pausa su ciò che molti esperti affermano come un fatto, ma un avvertimento.

I commenti sono chiusi.