Indice delle vendite di case in attesa in aumento dell'8.2% e non è ancora una buona notizia

L'indice delle vendite di case in sospeso per 2011 maggio mostra un miglioramento, ma spetterà al lettore interpretarne il significato. L'analisi di Econintersect mostra che questo rientra nella categoria delle buone notizie - cattive notizie.

Secondo la National Association of Realtors® (NAR), le vendite di case in attesa sono aumentate fortemente a maggio con tutte le regioni che hanno registrato guadagni rispetto a un anno fa, indicando una maggiore attività immobiliare nella seconda metà dell'anno.

L'indice Pending Home Sales, un indicatore previsionale basato sulla firma di contratti, è aumentato dell'8.2 percento a 88.8 a maggio da un 82.1 rivisto al rialzo di aprile ed è superiore del 13.4 percento rispetto alla lettura del 78.3 a maggio 2010. I dati riflettono i contratti ma non le chiusure , che normalmente si verificano con un ritardo di uno o due mesi.

Questa è la prima volta dall'aprile 2010 che l'attività contrattuale è al di sopra dei livelli di un anno fa e il guadagno mensile è stato l'aumento più forte dallo scorso novembre, quando l'indice è aumentato del 10.6%.

Sebbene Econintersect utilizzi dati non rettificati, non c'è dubbio che l'indice sia più alto di quanto non fosse un anno fa durante gli ultimi giorni del primo stimolo per gli acquirenti di case. L'indice delle vendite di case in sospeso imita da vicino l'indice delle vendite di case effettive compensato un mese. Come illustra il grafico sottostante, ciò significa che le vendite effettive di case diminuiranno del 20% anno su anno.

Ecco il parere del NAR:

Lawrence Yun, capo economista della NAR, ha affermato che il miglioramento è di buon auspicio per i prezzi delle case. "L'assorbimento delle scorte è la chiave per il miglioramento dei prezzi e questo solido guadagno nelle firme dei contratti implica che i valori delle case in molte località si stabilizzano o si stabilizzeranno presto man mano che le scorte vengono assorbite a un ritmo più veloce", ha affermato. “Alcuni mercati hanno fatto una rapida inversione di tendenza, passando da attività soft a firme di contratti in aumento di oltre il 30% rispetto a un anno fa, comprese aree come Hartford, Connecticut; Indianapolis; Minneapolis; Houston; e Seattle”.

Le vendite di case in sospeso sono aumentate in modo non uniforme dallo scorso giugno, aumentando in sette degli ultimi 11 mesi. "Le vendite di case potrebbero essere ancora superiori del 15-20%", ha detto Yun. "Se le banche tornassero semplicemente ai normali standard di sottoscrizione solidi e iniziassero a concedere prestiti a mutuatari più meritevoli di credito, otterremmo una ripresa molto più rapida nel settore immobiliare".

"Inoltre, di recente si è sviluppata una situazione senza senso in alcuni stati con l'HUD incapace di completare accordi di preclusione a causa di fondi insufficienti per pagare le spese legali alla chiusura, anche con gli acquirenti che offrono il prezzo di quotazione completo", ha aggiunto Yun.

Il grafico sopra utilizza un offset di un mese sull'indice delle vendite di case in sospeso non rettificato e lo confronta con i dati sulle vendite di case NAR non rettificate.

Sulla base dell'analisi di Econintersect, le vendite di case esistenti nel giugno 2011 dovrebbero arrivare a 440,000 - ancora una volta un calo del 20% rispetto al 2010. Utilizzando questa metodologia, Econintersect ha previsto che le vendite di case di maggio 2011 siano 420,000 - e le vendite effettive sono state di 458,000 (analisi qui).

La metodologia di previsione di Econintersect è influenzata dalla velocità con cui si verificano le chiusure. Quando rallentano in un determinato periodo, questo metodo sopravvaluta. Il numero di acquirenti in contanti sta accelerando il processo (analisi degli acquirenti in contanti qui). Un rapido processo di vendita della casa in contanti potrebbe iniziare e terminare nello stesso mese. D'altra parte, i contratti per le vendite allo scoperto a volte possono richiedere mesi per essere chiusi. Interpretare i dati sulle vendite di case in sospeso è complicato soppesando gli effetti di compensazione nell'attuale mercato anomalo.

Non c'è dubbio che sia in corso un normale aumento storico delle vendite di case primaverili. Tuttavia, le vendite di case sono ancora in calo anno su anno per i dati pubblicati finora quest'anno. Combinato con questi dati, continua a confermare una stagione di acquisto più debole nel 2011.

Articoli Correlati

Il miglioramento di Case-Shiller è più di un rimbalzo stagionale? di Steven Hansen

Nuove vendite di case decisamente migliorate a maggio 2011 di Steven Hansen

Inventario degli alloggi: ombre dure e morbide di John Lounsbury

Le vendite di case mediocri continuano a maggio 2011 di Steven Hansen

La nuova costruzione di case indica l'espansione del settore nel maggio 2011 di Steven Hansen

CoreLogic vede le vendite allo scoperto crescere del 25% nel 2011 di CoreLogic

Flipping Mad Over Frode Flips di Frank McKenna

Recupero del mercato immobiliare minato da proprietari di case gravemente delinquenti di Keith Jurow

I dati relativi alle nuove abitazioni "in fondo" sono un riflesso dell'economia di Steven Hansen

L'indice dei prezzi delle case in tempo reale mostra la forza dei prezzi delle abitazioni di Scott Sambucci

Difetti strategici: una brutta situazione che potrebbe peggiorare di Keith Jurow